Questo sito utilizza i cookie (anche di terze parti) per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra policy.Per maggiori informazioni leggi qui.

  • chiesa di Salina - Isole Eolie
  • esempio di Architettura Eoliana - Salina
  • Faro di Salina - Isole Eolie
  • Porto di Santa Marina Salina - Isole Eolie
  • Il mare di Salina - Isole Eolie
  • Film Il postino a Salina - Isole Eolie
  • Scorcio dell'isola di Salina - Isole Eolie
  • Isola di Salina - Isole Eolie
  • case a Salina - Isole Eolie
  • veduta del mare dell'Isola di Salina
  • Le vie di Santa Marina Salina
  • la vegetazione e il mare di Salina - Isole Eolie

Love Salina intervista il direttore del Museo dell'Emigrazione di Malfa

La redazione di Love Salina ha intervistato Marcello Saija, direttore del Museo Eoliano dell'Emigrazione di Malfa.
Insieme a lui scopriamo di più su questo spazio, che raccoglie memorie del passato: registri di chi scelse di partire verso una nuova vita, immagini consumate dal tempo ma sempre attuali.

Come e quando nasce il Museo?
Il museo nasce il 14 febbraio 1999 con la firma del cosidetto protocollo di San Valentino, grazie al quale l'Università di Stony Brook a Long Island e dodici tra enti ed associazioni siciliane hanno deciso di costituire e avviare un museo eoliano dedicato al tema dell'emigrazione.

Quali sono i punti da non perdere nel vostro museo, i reperti di maggior pregio e rilievo?
Il museo segue un percorso cronologico, che illustra l'emigrazione eoliana nelle Americhe, in Argentina e Australia. È composto principalmente di fotografie e documenti originali inediti.

museo dell


Quali sono stati finora i riscontri da parte dei vostri visitatori? Da quali Paesi provengono prevalentemente?
Il museo ha circa 1200 visitatori l'anno, in prevalenza australiani ma anche americani e argentini.
Sono moltissimi gli italiani.

Quali sono i progetti futuri del museo? Ha delle anticipazioni per i nostri utenti?
Abbiamo in progetto un allargamento delle sezioni dedicate all'America Latina e all'Australia.

Il Museo Eoliano dell'Emigrazione è aperto in estate dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.30, mentre in inverno gli orari vanno, sempre dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13.
Potete trovare il museo anche su Facebook : sulla fanpage sono raccolte le foto dei turisti venuti a scoprirlo da ogni parte del Mondo e le recensioni, che contribuiscono a rendere il museo visita imprescindibile se ci si trova sull'isola di Salina.

  • login
  • register
  • newsletter
  • Collegamento alle immagini live della web cam sul Porto di Santa Marina Salina
Blog - Lovesalina